Associazione di Volontariato e Solidarietà Domanizavtra

Un ambulanza per l'Ucraina

Articolo BresciaOGGi del 21/10/2014 (pag 24)


La Valle solidale. Donata dai volontari pisognesi viene «recapitata» da Domani ZavtraUn´ambulanza per l´Ucraina

C´è voluto più di un anno e mezzo per superare gli ostacoli burocratici; senza contare i timori per la situazione a dir poco drammatica del Paese. Ma alla fine i volontari dell´associazione camuna «Domani Zavtra» potranno sfruttare un insperato corridoio umanitario e partire alla volta dell´Ucraina per consegnare due ambulanze in altrettanti ospedali della regione di Chernigov.
Nel viaggio della solidarietà che partirà quest´oggi, il gruppo camuno si affiancherà agli operatori di «Cassago Chiama Cernobyl», una realtà impegnata da 18 anni in Ucraina. I mezzi di soccorso (quello camuno è stato donato a Domani Zavtra dall´associazione Santa Maria Assunta di Pisogne mentre quello lecchese arriva dall´ospedale Manzoni di Lecco), sono stati allestiti da una carrozzeria di Lecco e vanno ad aggiungersi ai sette già donati dal sodalizio cassaghese, supportato i questa campagna da numerosi benefattori.
Le autolettighe sono una risorsa preziosa per gli ospedali ucraini, spesso dotati solamente di furgoni risalenti agli anni Cinquanta e forniti di un´unica barella. Le destinazioni scelte per i regali? Il mezzo lecchese sarà consegnato a quello di Koryukivka; l´altro al nosocomio di Gorodnya. Entrambi i veicoli sono stati benedetti durante una cerimonia tenutasi domenica nel cortile dell´Istituto Sant´Antonio «Opera Don Guanella» di Cassago e alla quale gli organizzatori hanno invitato anche il console ucraino a Milano.
La partenza del convoglio umanitario era prevista in origine nella giornata di ieri, ma si è reso necessario un rinvio di un giorno. E tra i volontari diretti nel Paese dell´Est europeo ci sarà anche il presidente di Domani Zavtra Cristian Molinari, il quale potrà verificare la situazione dell´orfanotrofio di Gorodnja sostenuto da anni dall´associazione.